Seguici su

Vai menu di sezione

Ravvedimento

Ravvedimento per tardivo versamento 2013

Per i versamenti oltre la scadenza del 17 giugno 2013 il contribuente, per non incorrere nella sanzione per omesso versamento, può regolarizzare la sua posizione versando l'imposta in ritardo maggiorata di :

- per ritardo fino a 15 giorni = sanzione del 2% al giorno ridotta ad 1/10 pari cioè al 0,2% al giorno dell'imposta dovuta e non versata;

- per ritardi dal 15° al 30° giorno = sanzione del 30% ridotta ad 1/10, pari al 3,00% dell'imposta dovuta e non versata;

- per ritardi dal 31° giorno fino ad un anno = sanzione del 30% ridotta ad 1/8, pari al 3,75% dell'imposta dovuta e non versata;

Inoltre, in entrambi i casi, sull'imposta dovuta si applicano gli interessi conteggiati al tasso legale (2,5% fino al 31.12.2013 e 1% dal 01.01.2014) per i giorni di ritardato versamento.

N.B.: La regolarizzazione è consentita solo se il Comune non ha già provveduto ad accertare l'irregolarità e il contribuente versa in un'unica soluzione imposta, sanzione ed interessi.

Nel modello F24 dovrà essere barrata la casella "Ravv" e nella casella "importi a debito versati" deve essere indicato l'importo totale arrotondato (imposta+sanzione+interessi)

Pagina pubblicata Lunedì, 14 Ottobre 2013 - Ultima modifica: Giovedì, 02 Gennaio 2014

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto