Seguici su

Vai menu di sezione

Rette di frequenza

Criteri per il calcolo delle rette di frequenza del servizio Asilo Nido comunale

La partecipazione economica delle famiglie al costo di gestione del servizio Asilo Nido comunale è rappresentata da una retta mensile costituita da:

1.      una quota fissa mensile;

2.      una quota giornaliera, uguale per tutti, calcolata sulla base delle presenze mensili effettive.

In relazione alla quota fissa mensile, la tariffa intera di ammissione al servizio è pari a € 260,00 ed è applicata alle famiglie che non chiedono o che non hanno diritto ad agevolazioni.

La quota giornaliera, uguale per tutti gli utenti, è pari ad € 2,50.

Al fine di poter usufruire di una riduzione rispetto a tali quote intere di compartecipazione, è necessario presentare una domanda di agevolazione tariffaria con valutazione della condizione economica e familiare predisposta in applicazione delle disposizioni provinciali ICEF relative ai servizi per la prima infanzia.

Ai fini della determinazione delle agevolazioni tariffarie è stabilita una base di calcolo compresa tra € 135,00 ed € 260,00 per la quota fissa mensile, con l’arrotondamento di € 1,00.

Le tariffe intere per la quota fissa mensile e per la quota giornaliera si applicano in caso di coefficiente della condizione economica familiare ICEF uguale o superiore a 0,30. Le tariffe minime per la quota fissa mensile e per la quota giornaliera si applicano in caso di ICEF uguale o inferiore a 0,13.

La quota fissa mensile per il nido part-time viene calcolata riducendo del 15% la quota fissata per il nido a tempo pieno.

La quota fissa mensile per il prolungamento di orario è stabilita aumentando del 15% la quota fissata per il nido a tempo pieno.

Per i bambini già frequentanti il servizio Asilo Nido comunale, la retta dovuta viene ricalcolata annualmente, in occasione dell’applicazione delle rette aggiornate, sulla base delle nuove autodichiarazioni ICEF. A tale scopo gli uffici comunali avviseranno le famiglie di recarsi presso i CAF – Centri di consulenza fiscale accreditati per la presentazione della domanda di agevolazione tariffaria. Qualora, entro il termine indicato, gli interessati non abbiano provveduto alla presentazione della documentazione richiesta, il comune provvederà ad applicare le tariffe intere. Nel caso le famiglie provvedano in data successiva a quella indicata, l’eventuale tariffa agevolata verrà applicata dal primo del mese successivo a quello della domanda di aggiornamento.

La quota fissa mensile deve essere sempre corrisposta, indipendentemente dal numero di presenze effettuate.

Per quanto non previsto dai presenti criteri, si rinvia alle vigenti modalità operative per l’ammissione e la frequenza al servizio Asilo Nido comunale approvate con Deliberazione della Giunta comunale n. 306 del 30/12/2002.

Pagina pubblicata Venerdì, 18 Ottobre 2013 - Ultima modifica: Lunedì, 21 Agosto 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto