Seguici su

Vai menu di sezione

Le mele di Perghem

12 ottobre - 4 novembre 2018 | Palazzo Assessorile - Cles

Palazzo Assessorile accoglie al terzo piano una mostra intitolata Le mele di Perghem, che presenta dodici dipinti a olio del pittore e ingegnere trentino Michelangelo Perghem Gelmi (1911-1992).

La mostra, organizzata dal Comune di Cles con la collaborazione di Archivio Perghem, prende spunto dalla rassegna ospitata a Palazzo Assessorile nel 2017 e intitolata “Il fantastico mondo di Perghem Gelmi”, riprendendone il filo conduttore rappresentato da un mondo fantastico, surreale o di sovra-realtà.

La “mela”, Perghem, l’ha dipinta molte volte, sia nelle classiche nature morte sia in quadri in cui essa assume un significato simbolico rimandando allo spettatore l’interpretazione del significato stesso, o altre volte giocando e ironizzando con gli elementi raffigurati e reinventando il mondo, anche reale, nelle sue composizioni.

Scrive Luciano Carini nella presentazione della recente mostra “Tra sogno e ironia, l’inafferrabile ambiguità del vero” tenutasi le scorse settimane a Piacenza: “… Un mondo complesso, quello di Michelangelo Perghem Gelmi, un vero e proprio universo dove la realtà può sconfinare nel sogno, la verità nella finzione, l’intuito nel pensiero razionale, la ragione nella leggerezza del volo poetico.”

Nella mostra, come in altre opere di Perghem, si trovano due “citazioni” a opere d’illustri artisti. La prima riguarda “L’isola della mela” che è un omaggio al pittore simbolista Arnold Böcklin (1827-1901) che dipinse “L’isola dei morti” (ne realizzò cinque versioni diverse ma molto simili tra loro), isola tetra e affascinante che ispirò pittori, registi, musicisti e scrittori fra i quali ricordiamo Freud, Dalì e D’Annunzio: la seconda, “Intimo colloquio”, invece, è un omaggio al fotografo statunitense Edward Weston (1886-1958), con la rilettura di un suo celebre nudo.

Tra le altre opere si segnalano “Il faro” e “La scala a teatro”: in quest’ultima la mela a un distratto visitatore non appare immediatamente, pur essendo al centro della scena. Il gioco con le parole del titolo e ciò che è rappresentato cattura completamente l’attenzione. La mela invece è lì nel luogo più ambito, dove stanno solitamente i re o le regine: non è forse la mela, la regina dei frutti?

OPERE:

- Intimo colloquio

- L'isola della mela

- Risveglio

- Armonia in giallo

- Natura morta natura viva

- Quattro mele sulla spiaggia

- Il faro

- La scala a teatro

- La lampada azzurra

- Sulla spiaggia

- Mela in sogno

- Nello studio

INGRESSO GRATUITO

ORARI:

Dal martedì alla domenica 10.00-12.00 / 15.00-18.00

Lunedì chiuso tranne il 24 e 31 dicembre, chiusure straordinarie 25 dicembre e 1 gennaio

Info: 0463 662091 / 0463 421376 / 0463 662041

cultura@comune.cles.tn.it

Posizione GPS

Come arrivare

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Lunedì, 08 Ottobre 2018 - Ultima modifica: Martedì, 16 Ottobre 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto