Seguici su

Vai menu di sezione

Presentazione

Campi Neri di Cles è una località di straordinario interesse per l’archeologia del Trentino, nota a livello internazionale per aver restituito in passato numerosi reperti tra cui frammenti epigrafici di epoca romana con dedica al dio Saturno e l’eccezionale documento giuridico noto come Tabula Clesiana, una lastra di bronzo recante inciso l’editto con cui, nel 46 d.C., l'imperatore Claudio estendeva la cittadinanza romana alle popolazioni locali.

Le ricerche eseguite dall'Ufficio beni archeologici della Provincia autonoma di Trento presso l'Istituto Comprensivo Bernardo Clesio e l’A.P.S.P. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Santa Maria, hanno portato in luce un eccezionale luogo di culto frequentato a scopo religioso dalle comunità della valle a partire dalla metà del III millennio a.C. fino alla tarda romanità.

Si tratta di una vasta area santuariale caratterizzata da percorsi viari, probabilmente connessi allo svolgimento di processioni, e contrassegnata da cerimonie rituali con deposizione di offerte votive, sacrifici di animali e accensioni di fuochi.
Di particolare rilievo risulta una struttura circolare di notevoli dimensioni, databile tra l’età del Rame e la fase iniziale dell’Antica età del Bronzo (2500 - 2000 a.C. circa), rinvenuta nel parco dell’A.P.S.P. Si presenta come un ampio recinto circolare di grossi blocchi connesso con particolari rituali funerari e propiziatori.

Recinto sacro, 2.500-2.000 a.C. - Campi Neri
Area archeologica A.P.S.P. “S.Maria” - Cles

Nel nuovo settore messo recentemente in luce presso l'Istituto Comprensivo è visibile un tratto di strada, una “via sacra” risalente alla seconda età del Ferro (metà VI-I secolo a.C.).

Bronzetto di cavaliere con iscrizione retica, V-IV sec. a.C.

Nel corso delle indagini il sito ha restituito migliaia di reperti, molti dei quali sono esposti al Museo Retico di Sanzeno. Fra questi numerosi oggetti di ornamento, attrezzi e armi in ferro, campanelli, lamine di bronzo e, a partire dall'età romana, monete.

SCOPRI IL PASSATO ANCHE A SANZENO

Visita il Museo Retico di Sanzeno per scoprire la storia della Val di Non dall'era glaciale fino all'alto medioevo.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Martedì, 23 Maggio 2017 - Ultima modifica: Lunedì, 14 Agosto 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto